• Comune di San Vittore

    Comune di San Vittore

  • Alpe di Mem

    Alpe di Mem

  • palazzo scolastico

    palazzo scolastico

Lotta alla zanzara tigre

Il problema della zanzara tigre riguarda la salute pubblica oltre che la qualità di vita di tutti.
Anche se con le notti più fresche sono diminuite, è importante proseguire con i trattamenti settimanali antizanzare VectoBac (prodotto distribuito gratuitamente dalla Cancelleria Comunale) almeno fino alla fine di ottobre e probabilmente anche oltre dato il nostro clima mite. Quando le giornate raggiungono i 15 gradi occorre continuare a trattare i ristagni, infatti la specie si sta purtroppo acclimatando al freddo e si prevede che presto resterà attiva anche durante l’inverno.
È importante sottolineare che le uova e le larve di zanzara tigre fermano lo sviluppo quando non hanno le condizioni ideali per nascere (quindi quando fa troppo freddo o quando non hanno acqua a disposizione per qualche giorno) e lo completano quando ritrovano la situazione favorevole, anche a distanza di mesi o anni.
Eliminando ora le larve con il battere VectoBac (naturale e innocuo per l’essere umano e gli altri animali o insetti) si contribuisce:

- sia ad impedire l’ulteriore proliferare delle zanzare in questo momento;
- sia ad indebolire i focolai che a partire dalla prossima primavera riprenderanno a ritmo sostenuto a produrre altre zanzare.

Questo parassita non è semplicemente fastidioso, occorre limitarne la riproduzione perché rappresenta un grave problema di salute pubblica essendo la zanzare il più letale vettore di malattie infettive sul pianeta.

Video informativo

 

Leggi tutto

Consiglio scolastico

Consiglio scolastico  
Armanda Zappa Presidente
Matteo Pedrotti-Ferrari Membro (segretario)
Alla Bosio Membro
Christian Milesi Membro
Tessa Rosa Castorina

Membro (delegata Municipio) 

Eros Baruffi Supplente

Leggi tutto

Servizi e numeri utili

Numero europeo d'emergenza 112    
 Polizia 117  
Pompieri 118  
Ambulanza 144  
Rega 1414 CHF 0.20/chiamata
Assistenza panne 140  
Assistenza avvelenamenti 145  
Telefono amico 143  
Medico di turno Mesolcina e Calanca 091 966 34 11 (numero deviato al medico di picchetto)
Almanacco del Moesano Vai al sito  

Leggi tutto

Le Società del paese

Le società di paese

San Vittore offre un ampi ventaglio di attività ricreative per tutta la popolazione grazie alle numerose società.
Le stesso sono qui elencate:

Sport     Associazione calcio San Vittore, Presidente Nicola Zappa 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricreativo

Società carnevale La Boleta, Presidente Mauro Zappa 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ricreativo

Gruppo ricreativo sanvittorese, Presidente Marco Grassi

www.grsv.ch

Elimodellisti

Gruppo Elimodellisti San Vittore, Presidente Manrico Duzzi

www.gesv. ch,  Tel +41 79 221 45 67

Sport

Sci club San Vittore, Presidente Elio Raveglia

www.sciclubsanvittore.ch, Tel +41 79 319 69 38 (Elio Raveglia)

Tiro

Società di tiro Arvigo - Mesocco - San Vittore, Presidente Pierino Tomatis

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sport

Società pista di pattinaggio San Vittore, Presidente Florino Tamò

www.Facebook: pista pattinaggio San Vittore

Samaritani

Sezione samaritani San Vittore, Presidente Rita Raveglia

Sport

Società bocciofila Bassa Mesolcina, Presidente Ferruccio Gobbi

 

Musica

sede a Grono

Scuola musica del Moesano (c/o Antonella Codoni, 6537 Grono), Presidente Nicoletta Noi-Togni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,  Tel +41 79 207 58 48

Leggi tutto

La Torre di Pala

torre di pala 2 2a1ab

La costruzione della Torre di Pala potrebbe risalire alla fine del XIII secolo con l'aggiunta di un piano verso il 1400. La stessa si leva sopra enormi massi, caduti dalla montagna di "Brégnon" in tempi preistorici. Una costruzione rettangolare, massiccia, alta 5 piani  (circa 22 metri) con sommità merlata. La torre è abbellita da una corona di merli che un tempo sorreggevano un tetto a due falde. Nel Medioevo la torre era sicuramente abitata, però soltanto da una guarnigione, con il solo compito di fare la guardia e trasmettere eventuali segnali di allarme.
Sulla piattaforma si trovava una cisterna per l’acqua: data la collocazione della torre su un gigantesco macigno era infatti difficile rifornirsi d’acqua dal basso. Su un masso adiacente, separato da un impressionante crepaccio, si trovano pochi resti di un edificio, forse adibito a magazzino, collegato alla torre da una passerella o ballatoio in legno.


 

Già residenza di un ramo dei Sacco, signori della Valle, o di loro funzionari, il complesso fu poi abbandonato probabilmente alla fine del XV secolo. Nel 1479, durante la guerra tra i Milanesi e gli Svizzeri per il possesso di Bellinzona – quando parte dei Mesolcinesi si era schierata dalla parte del duca di Milano – per sostenere questi ultimi i Milanesi insediarono nella torre di S. Vittore una guarnigione di 20 fanti.

Alla fine del XX secolo, la torre è stata restaurata e munita di un tetto trasparente.
 
                                                                          La torre di Pala e l’imponente masso sul quale è stata edificata.

Leggi tutto

Ufficio tecnico comunale

L'ufficio tecnico comunale è disponibile su appuntamento:

- Telefono: 091 827 11 71
- E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Leggi tutto

Agricoltura e viticoltura

L'ampia e pianeggiante campagna, la soleggiata collina di Monticello e la posizione protetta dai venti aridosso della montagna, dove si trova il villaggio di San Vittore, offrono condizioni favorevoli all'agricoltura e alla viticoltura.
Le aziende che si occupano a tempo pieno di questo settore sono ca. una decina ma, i contadini e i viticoltori che lavoro le loro proprietà a tempo parzial sono
 parecchi.
IMG 20181124 WA0009 88b28                                               contadini 898fa
L'attività principale è l'allevamento del bestiame bovino, in particolare della razza bruna che conta ca. 200 capi e l'allevamento della pecore (ca. 350 capi) e delle capre (100 capi). La campicoltura è strettamente legata all'allevamento del bestiame. Oltre al fieno e prodotti fermentati si coltiva il mais da foraggio e il mais da "granella". Un tempo si coltivava la segale, il frumento, l'orzo e l'avena.
vigneto 4e867
La viticoltura è passata da una produzione "nostrana", a uso e consumo proprio del contadino o del privato, a un'altra più ricercata e qualitativa. In parte si vende l'uva alle cantine del posto e a quelle del limitrofo Cantone Ticino, in parte si produce il vino a San Vittore. Si coltiva il Merlot, che viene vinificato anche in bianco, ma pure altre vitigni. I produttori tendono a diversificare l'offerta con Chardonnay, Pinot, grappe e prodotti interessanti e innovativi.

Leggi tutto

Zona Industriale

Zona industriale
zona industriale 11f32
Dopo la metà degli anni cinquanta San Vittore ha sviluppato una zona industriale con l‘avvento dell'acciaieria Valmoesa S.A. che dava lavoro oltre 300 dipendenti. Dalla progressiva cessazione dell‘attività elettrosiderurgica avvenuta negli anni 1985-1990 si è passati ad altre produzioni.
Oggi è più che mai viva la vocazione industriale del comune, sede di importanti ditte multinazionali. Citiamo un'industria che produce ed esporta in tutto il mondo preparati plastici per ospedali, altre che si occupano del settore delle materie plastiche, coloranti industriali, rubinetteria e prodotti collegati.
Approvata dal Governo cantonale nel 1994, la zona industriale sita nel comune di San Vittore è da ritenersi la più vasta e importante di tutta la regione. Con i suoi 195'000 m2 ca. è infatti ritenuta zona industriale di importanza regionale.

Leggi tutto

Grotti

All'entrata del paese, venendo dal Ticino,  sotto a dei frondosi alberi messi lì a far corona a quei luoghi, assicurando un'ombra ristoratrice troviamo i Grotti.
Il Grotto Matafontana e il Grotto Stevenoni negli anni sono stati ristrutturati e modernizzati. Il Grotto Frizzi e il Grotto Viscardi da Angela hanno mantenuto le caretteristiche degli anni addietro.

Un tempo i Grotti erano il ritrovo per i nostri paesani che trascorrevano il poco tempo libero a giocare a bocce o a carte, bevendo il buon vino nostrano e mangiando i salumi delle mazziglie casalinghe ed il formaggio prodotto sui nostri alpi.

Solitamente i grotti sono aperti da primavera a inizio autunno. Il Grotto Stevenoni rimane aperto tutto l'anno.

Grotto 1 7f9b0 

Grotto Matafontana

Tel. 091 827 37 37

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

grotto stevenoni magna1 11807

 Grotto Stevenoni

Tel. 091 827 49 49

Grotto 87566

 Grotto Frizzi

 

                           Grotto Viscardi da Angela 2 aa802                

            Grotto Viscardi da Angela 1 aa116

 Grotto Viscardi da Angela

Tel. 078 618 71 73

Leggi tutto

Carta giornaliera FFS

Si avvisano gli utenti che il servizio di vendita della carta giornaliera risparmio Comune, precedentemente offerto tramite Swisstrotter, a partire dal 1. febbraio 2024, per decisione delle FFS, subirà delle modifiche.

Il Municipio di San Vittore ha deciso di continuare a proporre la vendita di carte giornaliere accettando la nuova offerta delle FFS, la quale mette a disposizione un numero di carte giornaliere limitato a livello nazionale.         
È possibile visionare disponibilità e prezzi consultando il seguente sito internet: www.cartagiornaliera-comune.ch/it.

Per prenotare il prodotto occorre presentarsi allo sportello comunale o telefonare alla Cancelleria comunale (091 827 11 71). Il ritiro e il pagamento sono da effettuare unicamente presso la Cancelleria (a contanti o con carta di credito).

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Cancelleria comunale.

Leggi tutto

Alpi e rifugi

martum rifugio 2519c    Martum 1845 msm

Dopo un’ ora di cammino dai monti di Prepiantoo e 30 minuti dalla capanna di Brogoldon, si raggiunge l’alpe di Martum, trasformato in rifugio.
 Causa la scarsità di acqua, privo di sorgenti proprie l’alpe non poté  mai esser sfruttato al massimo dalle generazioni passate e quindi fu abbandonato negli anni 50.  Lo stabile fu salvato dalla sicura distruzione agli inizi degli anni 80 grazie all’interessamento del Comune di San Vittore suo proprietario ed è stato trasformato da alpe a rifugio, nel quale si può pernottare.
Martum è uno sparti-sentiero, dal quale si possono raggiungere sia i monti del Ticino, la zona del Molinera,  del Pizzo di Claro oppure dirigersi verso Mem e la Calanca.
Dal rifugio si gode di un panorama immenso sia verso la Mesolcina, la regione del Gesero e S.Jorio e verso il piano di Magadino.

Alp de Palazi a66d7   Palazi 1572 msm

La Cascina di Palazi di proprietà del Comune patriziale di San Vittore è stata riattata e inaugurata nel 2016. Mette a disposizione di escursionisti, famiglie, gruppi e scolaresche 14 posti letto, una cucina attrezzata e uno spazio conviviale ideali per trascorrere vacanze serene, settimane di studio e momenti distensivi o sportivi  nel cuore della natura montana.
Informazioni e riservazioni sul sito www.patriziato-sanvittore.ch

Il rifugio di Martum e la casina di Palazi sono sovrastati da imponenti rocce sulle quali non di rado si possono ammirare i camosci e sopra la quale nidifica e volteggia fiera e imponente l’aquila reale.

Leggi tutto

Albo comunale

San Bernardino logo 480

Suggerisci un evento

Ente Turistico Regionale del Moesano
+41 91 832 12 14


Agenda PGI

PGI logo 480

Torre di Pala

 

Eco del monte

Appari! grido, Appari! alla montagna,
che senza fine lungo i giorni e il tempo
da me volge lo sguardo e resta sola.
Appari! la montagna mi risponde...
E questa voce non è ancora spenta
che già torna invincibile il silenzio
e l’orma antica pasce sulle rocce.

Remo Fasani

Il Comune

Servizi e Atti

clemente maria a marca 130 a4b44

Clemente Maria a Marca, di Soazza
(1764 - 1819)

Podestà di Teglio e governatore della Valtellina. Deputato alla Dieta generale a Berna, presidente del Gran Consiglio e membro del governo grigionese, presidente del tribunale d'appello. Protesse il soggiorno di Ugo Foscolo a Roveredo. Commerciante di legname e promotore del nuovo collegamento stradale da Bellinzona a Coira attraverso il San Bernardino.

Iscriviti alla Newsletter

Accetto le condizioni riguardo Privacy e Termini di Utilizzo

Utilizzando il portale accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.